Domenica 20 Maggio 2018 – Di qua e di la del Piave

Programma di massima:
Dal centro di Puos si prende la bella ciclabile pedemontana che presto si collega alla ciclovia delle dolomiti. Si risale lungo il canale Enel (immissario del Lago) fino a Paiane e si attraversa per sentiero panoramico il versante sud del Dolada per poi scendere alla stretta di Soverzene dove si potrà percorrere uno spettacolare collegamento tra l’Alpago e la valle del Piave con passerelle sospese e brevi gallerie. (recentemente messo in sicurezza e purtroppo anche asfaltato )
Da Soverzene si riattraversa il Piave e si giunge a Pian di Vedoia dove inizia una bella stradina ondulata che corre ai piedi del Col Frussal e dove si sono trovati resti di un’ antica via romana. Da Polpet si percorre la nuova ciclabile fino a Safforze, dove potremo ammirare un’ antica villa. Resta l’ultimo tratto sterrato lungo la golena del Piave che porta fin “sotto” Ponte nelle Alpi: un durissimo stappo (lungo però solo cento metri) ci separa dalla periferia di Ponte. Superato questo gradone, ci siamo meritati la sosta con pausa pranzo e gelato. Si riparte riattraversando subito il Piave per poi affrontare l'impegnativa salita della Vena D'Oro; l'ombra di alberi secolari allevierà la fatica fino allo scollinamento nei pressi di Cugnan. L'inedita discesa sul versante est termina sulla SS 51 nei pressi di Lizzona. 200 m di "stradaccia" ma segue il gran finale con l'attraversamento dell'oasi naturalistica confinante con il lago si S. Croce e risalita lungo l'argine del T. Tesa fino al Centro Sportivo da cui siamo partiti.
Trasporto: auto propria con portabici
Ritrovo: ore 8:00 park COOP Mogliano Via Ronzinella
Partenza: in bici alle ore 9 da Puos D'alpago (Centro Sportivo tra Farra e Puos)
Rientro: a Mestre ore 18
Lunghezza: 40 km
Dislivello: 470 mt
Fondo stradale: 60% sterrato buono + 40% asfalto
Pranzo: al sacco Ponte nelle Alpi (sud)
Difficoltà: medio
Bici: con ruote grosse e cambio (NO corsa)
Dotazioni: camera d'aria di scorta
LIBERALITA’ FIAB: soci € 3,00
Referenti gita: Luigi Zanon (338 1605947) e Luisa Boscolo (393 3646441)

Iscrizioni: entro sabato 19 con sms o WhatsApp a Luisa 393 3646441 oppure via mail a viverelabici@gmail.com
in sede a Mogliano: giovedì 17,30-19,00

GITA SOLO PER SOCI IN REGOLA CON TESSERAMENTO 2018

NOTA: si richiedono casco, guanti e occhiali oltre a coperture in buono stato per evitare forature su sterrato

Durante le escursioni si è tenuti a rispettare il codice della strada. L'uso del casco è vivamente consigliato. Chi supera la guida di testa o si attarda dietro la coda, senza avvisare, è considerato estraneo alla gita.
L'associazione declina ogni responsabilità per danni recati a cose e persone.
La cicloescursione non è un'inziativa turistica, bensì un'attività esclusivamente ricreativa, ambientale e culturale organizzata da volontari e svolta per il raggiungimento degli scopi statutari dell'Associazione.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.